43 – VALDESI: UNA STORIA DI FEDE E DI LIBERTA’

DocenteFrancesca Talpa, Italo Pons, Luciano Zappella
GiornoLunedì
Orario15.00 – 17.15
PeriodoDal 17.1.2022 al 14.2.2022 (5 incontri)
SedeSala del Centro Culturale Protestante, via Tasso 55 (cortile interno, € 20)
ArgomentoStoria (max. 48)
PresentazioneCinque incontri per ripercorrere oltre otto secoli di storia valdese: dalla fine del XII secolo – quando a Lione il ricchissimo Valdo lasciò tutti i propri beni per predicare in piena libertà il Vangelo nella lingua del popolo – passando per la Riforma protestante nel Cinquecento e le travagliate vicende europee d’età moderna, giungendo, attraverso il Risorgimento italiano, fino alla più stringente attualità. Una storia di persecuzioni, repressioni, clandestinità, resistenza e lotta armata. Una storia che – benché poco nota ai più – attraversa anche la stessa storia di Bergamo. Il corso è organizzato in collaborazione con il Centro Culturale Protestante.  
Tutor 

Calendario   

117.01.2022Le origini: da Valdo di Lione al colloquio di Bergamo (1218) – Francesca Tasca  Valdo di Lione: la conversione pauperistica-evangelica Le prime generazioni valdesi: vita apostolica, presenze femminili, correnti interne  
224.01.2022Diaspora, arroccamento alpino, incontro con la Riforma (1532) – Francesca Tasca resistere a condanne e repressioni: la diaspora e la rete dei barba Il radicamento nelle Alpi Cozie La Crociata di Val Pragelato L’incontro con la Riforma  
331.01.2022Il ghetto alpino: dal Seicento al 1848 – Italo Pons  La persecuzione e il glorioso rimpatrio La difficile convivenza nelle valli valdesi  
407.02.2022Dalle valli valdesi all’Italia: dopo il 1848 – Italo Pons  1848: Le lettere patenti di Carlo Alberto 1870: L’evangelizzazione Novecento: le confessioni protestanti in Italia  
514.02.2022La comunità protestante di Bergamo – Luciano Zappella Gli inizi: dal 1807 al 1876 Fine Ottocento: la componente svizzera-tedesca 1932: L’adesione alla chiesa valdese Fine Novecento: la comunità cambia volto  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *