CIVIDATE 103 – LA GRANDE MADRE RUSSIA NEI ROMANIZI DELL’OTTOCENTO

DocenteAngelo Pagani
GiornoGiovedì
Orario15 – 17.15
PeriodoDal 13.1.2022 al 3.3.2022 (8 incontri)
SedeSala Consiliare, via San Rocco 44 (€ 26)
ArgomentoLetteratura
PresentazioneLa letteratura russa dell’Ottocento, in particolare nel romanzo, segna uno dei vertici assoluti dell’arte. È difficile trovare nella storia dell’uomo una stagione che si elevi a tali vertiginose altezze. Forse l’unica in grado di reggere il confronto, benché su un piano diverso (le arti figurative), è quella del Rinascimento italiano. Tra le ragioni che ne spiegano la prodigiosa e folgorante parabola vanno segnalate l’esigenza di scuotere l’arretratezza socioculturale della Russia di inizio Ottocento, la prepotente ansia innovatrice, la sterminata ricchezza del patrimonio popolare, le tensioni che minavano nel fondo una società in disfacimento, dilaniata tra torbidi rigurgiti di conservazione e impetuosi fermenti di rivolta e rigenerazione. In tale contesto, vedono la luce pagine di grandiosa e tormentata bellezza che travalicano i secoli e giungono a noi con la forza e la suggestione di un messaggio universale, capace di commuovere, interrogare, sconvolgere gli uomini di ogni tempo. Ci addentreremo nella scoperta/riscoperta di ogni romanzo attraverso la contestualizzazione storico-letteraria, la sintesi e, soprattutto, la lettura e il commento delle pagine più belle.  
Calendario   
113.01.2022PUŠKIN: Evgenij Onegin  
220.01.2022TURGENEV: Padri e Figli  
327.01.2022GONČAROV: Oblomov  
403.02.2022DOSTOEVSKIJ: I Demoni  
510.02.2022DOSTOEVSKIJ: Delitto e Castigo  
  6   7   8  17.02.2022   24.02.2022     03.03.2022DOSTOEVSKIJ: I Fratelli Karamazov     TOLSTOJ: Anna Karenina     TOLSTOJ: Resurrezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *