33 – CONOSCIAMO LA NOSTRA CITTA. ARTE E ARCHITETTURA A BERGAMO NELLA PRIMA META’ DEL NOVECENTO

DocenteEugenio Guglielmi
GiornoVenerdì
Orario15-17.15
PeriodoDal 23.09.2022 al 28.10.2022 (6 incontri)
SedeLa Porta (€ 24,00)
ArgomentoStoria dell’arte (max 40)
PresentazioneIl corso monografico ricostruisce il periodo che a partire dagli anni Venti del secolo scorso ha fatto di Bergamo un centro culturale di primaria importanza grazie alla presenza di numerosi personaggi nel campo delle arti figurative e dell’architettura. La presenza di Marcello Piacentini, agli inizi del secolo, aveva dotato la città di uno dei più ammirati Piani regolatori europei, mettendo in dialogo la “città bassa” con quella “di sopra”, creando nuovi stimoli anche con la collaborazione dell’ingegnere Luigi Angelini, autore poi del Piano di Risanamento della stessa Bergamo alta. Botteghe artigiane rinomate avevano creato nel contesto un virtuoso rapporto con le scuole di formazione presenti in città, come quelle dell’Accademia Carrara e della Scuola d’Arte Fantoni, frequentata in gioventù anche dallo stesso Giacomo Manzù. Questo felice periodo proseguì fino alla tragica conclusione della Seconda guerra mondiale, proiettando l’esperienza culturale bergamasca fino ai successivi anni Cinquanta, forse unico esempio in Italia per qualità e intensità di progetto.
Tutor 

Calendario

1La trasformazione della città attraverso i Piani Regolatori: dalla Fiera al Nuovo Centro Civico  
2Arte e ideologia: la nuova città di regime. Architetti e materiali tra tradizione e innovazione  
3L’integrazione tra le arti: pittura, scultura e architettura
4Tra arte e artigianato. Una inedita storia di creatività e di bellezza  
5Visita guidata. Luogo di ritrovo: ATRIO EX CASA LITTORIA, Piazza della Libertà. Tema: spazi pubblici e architettura negli Anni Trenta  
6Visita guidata. Luogo di ritrovo: DAVANTI AL PALAZZO DELLE POSTE. Tema: l’integrazione tra le Arti nel periodo tra le due guerre   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.